La competizione tra Serbia e Bulgaria negli ultimi anni per attrarre investimenti sembra aver trovato una soluzione vantaggiosa per tutti.

Pochi giorni fa è stato annunciato che il produttore di motori elettrici e componenti Nidec, una delle più grandi aziende del settore automobilistico in Giappone con un fatturato di quasi 14 miliardi di euro nel 2021, aprirà un centro di sviluppo a Sofia, dove saranno impiegati 100 ingegneri entro la fine di quest’anno.

Allo stesso tempo, il gruppo sta costruendo due impianti a Novi Sad, che saranno operativi alla fine di quest’anno e all’inizio del prossimo.

E i progetti sono chiaramente collegati.