Autore: admin_a89ffpl1 (Pagina 1 di 2)

Nidec giapponese: centro di sviluppo in Bulgaria

La competizione tra Serbia e Bulgaria negli ultimi anni per attrarre investimenti sembra aver trovato una soluzione vantaggiosa per tutti.

Pochi giorni fa è stato annunciato che il produttore di motori elettrici e componenti Nidec, una delle più grandi aziende del settore automobilistico in Giappone con un fatturato di quasi 14 miliardi di euro nel 2021, aprirà un centro di sviluppo a Sofia, dove saranno impiegati 100 ingegneri entro la fine di quest’anno.

Allo stesso tempo, il gruppo sta costruendo due impianti a Novi Sad, che saranno operativi alla fine di quest’anno e all’inizio del prossimo.

E i progetti sono chiaramente collegati.

Primi fondi erogati del NRSP

Le imprese di Plovdiv potranno sfruttare i primi fondi nell’ambito del piano di ripresa di ammodernamento tecnologico.
Oggi sarà infatti lanciata nell’ampio salone della DC “Boris Hristov” la campagna informativa per la presentazione della procedura BG-RRP-3.004 “Ammodernamento tecnologico”.

Le micro, piccole e medie imprese del Paese potranno richiedere sovvenzioni per l’acquisto di apparecchiature e software per lo sviluppo di nuove linee di produzione e prodotti.
Un totale di 260 milioni di BGN sarà investito nelle imprese bulgare nell’ambito della misura “Ammodernamento tecnologico”, la prima nell’ambito del Piano nazionale per la ripresa e la sostenibilità (NRSP) e sarà attuata dalla direzione generale dei Fondi europei per la competitività (DG EFK). del Ministero dell’Innovazione e della Crescita.

Plovdiv sarà la prima tappa della campagna, realizzata con l’assistenza del Centro d’informazione regionale di Plovdiv.

Bulgaria e European Fashion Alliance

Con l’Accordo di Francoforte 25 istituzioni europee dell’industria della moda attive in 17 Paesi fra le quali spiccano Bulgaria ed Italia hanno costituito l’European Fashion Alliance.


Si tratta della prima alleanza transnazionale formata da consigli e istituzioni europei della moda.
L’obiettivo è difendere e accelerare la transizione della moda europea verso un futuro più sostenibile, innovativo e inclusivo, ma anche avere una rappresentanza collettiva.


Per noi di Alias unirsi nel business e fare network è sempre stata la chiave del successo e siamo felici di vedere una spinta istituzionale nel mondo della moda Europea.

La crisi energetica

La crisi energetica che colpisce l’Europa è stata affrontata nel forum di Confindustria Bulgaria e si sono delineati possibili scenari e relative soluzioni pratiche.
In sintesi, è necessario dapprima curare l’efficientamento energetico, per poi procedere a interventi mirati a coprire almeno il 50% delle proprie esigenze energetiche e quindi passare gradualmente alla copertura totale e alla vendita del surplus prodotto.

Bulgaria, Paese in forte espansione: Le Notizie dell’ultimo trimestre

· Prodotti interno lordo in crescita rispetto al primo trimestre 2022 registrando un PIL nazionale del 4,5% su base annua.

· L’inflazione (HICP) nel mese di aprile 2022 ha segnato una crescita del 12,1% su base annua. I beni alimentari hanno registrato un +16,4% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

· Tasso di disoccupazione è diminuito di 1,4 punti, attestandosi al 4,9%

· Tasso di interesse a 3 mesi è pari a -0,63% ad aprile 2022.

· I Titoli di Stato a lungo termine sono aumentati di 0,53 punti percentuali, passando dall’ 1,09% al 1,62%.

· Produzione Industriale registrata nel mese di marzo 2022 è in aumento del 5% rispetto all’anno precedente.

· Sistema economica e fiducia delle imprese, il sentimento economico di questo Paese è in leggero aumento, arrivando a 95.8 punti su base mensile.

Visita del presidente della Camera in Bulgaria

Il 16 maggio presso l’Ambasciata d’Italia il Presidente della Camera Roberto Fico ha incontrato un selezionato gruppo di rappresentanti delle imprese e delle istituzioni italiane in Bulgaria.

Il Presidente ha riferito di aver ribadito la volontà di proseguire e ampliare i rapporti tra l’Italia e la Bulgaria, già molto rilevanti per entrambi i Paesi, durante l’incontro con il Presidente dell’Assemblea Nazionale bulgara.

L’Ambasciatrice Zarra ha presentato poi al Presidente i presenti, tra gli altri il Presidente di Confindustria Santorelli con il suo Direttore Mila Nenova, i rappresentanti della Camera di Commercio italiana in Bulgaria Francesco Frattini e Ivo Roussev, il Console Onorario di Plovdiv De Francesco, alcuni imprenditori e le professoresse dei licei italiani a Sofia.

Durante l’incontro il Presidente Fico si è intrattenuto con i presenti per approfondire le informazioni sulle relazioni economiche tra i due Paesi, sul clima imprenditoriale locale e le questioni ancora aperte sul tavolo delle negoziazioni istituzionali.

Governo Bulgaro: Misure anticrisi

Il Governo Bulgaro ha adottato un pacchetto di misure anticrisi senza precedenti da circa 2 miliardi di BGN che entreranno in vigore tra il 1° giugno e il 1° luglio e resteranno in forza per almeno 1 anno:

· Compensazione fino alla fine dell’anno sul prezzo del carburante per le persone fisiche con uno sconto di 25 st. /l per benzina 95, diesel, metano e propano-butano ad ogni rifornimento;

· IVA al 9% su riscaldamento, acqua calda e gas naturale per le persone fisiche per un periodo di un anno

· Non saranno applicate accise energia elettrica, gas naturale e metano;

· Aumento della soglia per l’iscrizione IVA obbligatoria da 50.000 a 100.000 BGN;

· IVA 0% sul pane per un anno;

· Aggiornamento delle pensioni dal 1° di luglio del 20% circa e della pensione minima a 467 BGN;

· Aumento dello sgravio fiscale per famiglie con bambini da 4.500 a 6.000 BGN l’anno.

Vuoi investire in un altro Paese? Investi in Macedonia, ti spieghiamo i vantaggi.

Il Paese gode di una delle economie maggiormente sviluppate in Europa ed è vicino a molti dei mercati più importanti.

  • Grazie a numerosi accordi commerciali con UE, Ucraina, Turchia, Serbia, Bosnia e Erzegovina, Montenegro, Albania e Moldavia, la Macedonia ha accesso a un bacino di 650 milioni di consumatori.
  • La bassissima tassazione merita una speciale attenzione: la flat tax al 10% si applica a persone fisiche e giuridiche, nonché ai redditi maturati all’estero dai residenti.
  • Le società possono beneficiare di riduzione della tassazione a zero in base alla misura degli investimenti realizzati.
  • Ci sono quattro zone franche in Macedonia, due delle quali nei pressi di Skopje, la capitale. Le società che decidono di investire nelle zone franche godono di incentivi fra i più favorevoli in Europa.
  • La proprietà privata di entità fisiche e giuridiche è tutelata dalla legge.
  • L’istituzione di uno sportello unico ha ridotto a 24 ore il tempo burocratico per la costituzione di una società.
  • La Macedonia investe il 6% del PIL nell’area culturale e dell’istruzione, con l’obiettivo di creare specialisti qualificati per il mercato del lavoro.

Detto questo, ora avete degli ottimi motivi per investire in Macedonia. 

Quali attività svolge Confindustria Bulgaria?

Ecco le principali attività

Rappresentanza istituzionale: Forte rappresentanza presso le istituzioni statali bulgare come Governo, Presidenza, Ministeri ed Agenzie economiche. Attività di promozione all’interno del processo legislativo.

Rappresentanza economico-commerciale Collaborazione con le maggiori Camere bilaterali internazionali nel Paese per il supporto del business italiano attraverso eventi congiunti e cooperazioni specifiche.

 ComunicazioneCostante aggiornamento ed informazione sull’attualità, sulle attività dell’Associazione e su opportunità di business attraverso la Newsletter quotidiana di Confindustria Bulgaria e i canali social online.

PubblicazioniRedazioni annuale della Guida Paese, strumento utile per il supporto all’internazionalizzazione in Bulgaria, e di specifici studi di settore.

Eventi: Organizzazione di eventi come Conferenze internazionali, seminari specifici e panel tecnici con argomenti di interesse per gli Associati. Organizzazione di networking cocktail ed eventi nei quali poter ampliare la rete di conoscenze e di business.

Webinar e Corsi di formazioneWebinar su temi specifici o in collaborazione con Istituzioni italiane e bulgare per far conoscere il Paese a potenziali investitori. Corsi di formazione per i datori di lavoro su argomenti inerenti alla gestione aziendale, HR, contabilità e legalità.

Rappresentanza internazionale: Parte integrante del Sistema Confindustria e componente attiva di Confindustria Est Europa.

Ricerca partner commercialiricerca di partner italiani e bulgaria per le aziende interessate ad internazionalizzare nel Paese.

Incontri B2B: Ricerca di potenziali partner bulgari ed italiani per lo sviluppo di collaborazioni commerciali ed economiche con l’organizzazione dell’agenda di incontri, visite sul territorio presso le aziende richieste, e supporto logistico.

Assistenza e consulenza per il business: supporto a 360° per l’internazionalizzazione e l’apertura di un business in Bulgaria attraverso la collaborazione con Associati operanti nel settore dell’assistenza contabile-tributaria, consulenza legale, finanziaria-assicurativa e consulenza aziendale che aiuteranno nello sviluppo della propria attività nel Paese.

Servizi vari: supporto per traduzione ed interpretariato, noleggio trasporto, alloggio e tutto ciò di necessario per un ottimo viaggio d’affari in Bulgaria.

Infrastrutture di ricarica per auto elettriche

“Sviluppo delle regioni” tra il 2021 – 2027 Sono previsti per la mobilità urbana sostenibile oltre 376 milioni di BGN, di cui quasi 60 milioni di BGN per la costruzione di infrastrutture di ricarica.

Lo ha annunciato il viceministro dello sviluppo regionale e dei lavori pubblici Stefan AsparuhovInsieme all’addetto commerciale dell’ambasciata britannica Tim Buissere.

 Il viceministro Asparuhov ha aperto una conferenza su “Mobilità sostenibile: incentivi e implementazione delle infrastrutture per i veicoli elettrici”.

Le misure di finanziamento prevedono la mobilità sostenibile, comprese le infrastrutture di ricarica per veicoli puliti e l’introduzione di sistemi di trasporto intelligenti.

Le apparecchiature per la ricarica delle auto elettriche sono ammissibili al finanziamento nell’ambito delle misure di efficienza energetica del parco immobiliare nell’ambito del programma.

Il budget totale dovrebbe essere di 100 milioni di BGN. Il regime finanzierà progetti integrati per il trasporto urbano e interurbano sostenibile sul territorio di 40 comuni. Saranno inoltre attuate misure per fornire colonnine di ricarica per i mezzi di trasporto pubblico e sistemi di trasporto intelligenti.

Inoltre il viceministro dello sviluppo regionale Stefan Asparuhov ha aggiunto “Si prevede che nei nuovi edifici di servizio pubblico con più di 10 posti auto sarà dotato di un punto di ricarica per ogni veicolo elettrico.”

« Articoli meno recenti

© 2022 Alias Group News

Tema di Anders NorenSu ↑